La società Acque del Chiampo Spa

Acque del Chiampo Spa si presenta oggi come una società per azioni a capitale pubblico.
Dal 1° gennaio 2009 una ulteriore trasformazione, ha cambiato l’assetto societario dell’Azienda.

La gestione del servizio idrico integrato dell’azienda si è esteso così alla popolazione di 10 comuni della Valle del Chiampo, affiancando ai comuni di Arzignano, Altissimo, Chiampo, Montorso Vicentino, Crespadoro, Nogarole Vicentino e San Pietro Mussolino i tre comuni di Montecchio Maggiore, Brendola e Lonigo gestiti finora da MBS Spa. L’unificazione di Acque del Chiampo è un passaggio lungimirante per il territorio, basato sulla consapevolezza del grande valore delle sinergie territoriali. L’Azienda continuerà a fornire ai cittadini un servizio di valore nel pieno rispetto dell’ambiente a fronte di tariffe sempre accessibili a tutti.

Dal 2000 L'azienda ha unificato i compiti connessi alla funzione di ente gestore del Servizio Idrico Integrato nelL'aTO "Valle del Chiampo", contemplando tutte le attività innovative venutasi a creare in seguito alL'applicazione delle leggi di riforma del settore idrico (Legge Galli e Legge regionale 27 marzo 1998 n.5), e aggregando inoltre la gestione dell'impianto di depurazione. Ora Acque del Chiampo S.p.a. è una società che si occupa in modo centralizzato e a 360 gradi dei servizi di acquedotto, fognature, depurazione e smaltimento fanghi in discarica.

L'Assemblea Generale della società è composta dai Sindaci dei Comuni partecipanti. L'assemblea elegge il Consiglio di Amministrazione della società, formato da cinque consiglieri che rimangono in carica per tre anni. Il Presidente è il legale rappresentante della società ed a lui competono gli atti demandatigli dalla legge e dallo Statuto costitutivo della società. Al Consiglio di Amministrazione spettano tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, esclusi quelli che sono, per legge o per statuto, riservati alL'assemblea.

Al suo interno la società è organizzata secondo una direzione generale che sovrintende a tre macro-aree: quella amministrativa, quella tecnica e quella relativa alla depurazione. In staff con la direzione generale lavorano i cinque settori inerenti a segreteria generale comunicazione e immagine, prevenzione e protezione, assicurazione di qualità e assistenza legale.